Le situazioni di rottura: Ogni separazione ha bisogno di una strategia differente!

Ragazza / Orso

Nelle prime pagine del mio articolo “Un efficace piano di cinque passi per riconquistare l'ex partner” abbiamo parlato se questa è la soluzione corretta, la forma di ottenere il punto di partenza corretto, gli errori più comuni da evitare e che consigli si devono seguire per combattere giorno dopo giorno la rottura.

Per continuare mi piacerebbe parlare con te dei due prossimi consigli e strategie importanti per riconquistare l'ex. Approfitto di questa opportunità per ringraziare il mio collega Parviz Mamadi che mi appoggiò con le sue conoscenze ed esperienza nella stesura di questo articolo. Di seguito tratteremo di questi punti:

  1. Le situazioni di rottura: Ogni separazione ha bisogno di una strategia differente, o no?
  2. Le sei tappe della rottura. E come queste influiscono sulle emozioni, il comportamento e le opinioni dell'ex partner.

Io e i miei colleghi speriamo che tu possa beneficiare della lettura.

Le situazioni di rottura – Ogni rottura è differente

Sarebbe ideale se esistesse una strategia universale che funzionasse per tutti i casi di rottura. Sfortunatamente, anche dopo anni di lavoro nella terapia di coppia, né io né i miei colleghi esperti di Love-Care, abbiamo trovato questa strategia. Anche se esistono strategie base come per esempio quella di Love-Care, si devono sviluppare strumenti e seguire passi in funzione della nostra situazione di separazione specifica.

In primo luogo, dev'essere chiaro quali sono esattamente le caratteristiche proprie della tua personale situazione. Cosa c'è di differente nel tuo caso e cosa ha in comune con la maggior parte delle separazioni?

I seguenti elementi servono come guida per classificare la tua situazione in una categoria:

  • La tua età e l'età dell'ex
  • Il sesso e quello dell'ex
  • La personalità di ognuno dei due
  • La durata della vostra relazione
  • I motivi della separazione e i problemi della relazione
  • Quanto tempo passavano assieme al giorno?
  • Le tue aspettative e quelle dell'ex al riguardo di una relazione felice in futuro
  • Uno dei due ha avuto un flirt o una relazione con un'altra persona?
  • Avete figli vostri?

A questa lista si potrebbero aggiungere vari punti. Fattori come la situazione lavorativa, la famiglia, gli amici e i conoscenti in comune, etc, hanno una loro importanza nel momento di sviluppare la strategia migliore. Per avere un'idea delle situazioni più comuni di rottura puoi familiarizzare con esse al seguente link con le diverse situazioni di rottura del nostro manuale pratico “Situazioni individuali di rottura e le tipiche crisi della relazione”:
» Vai al manuale pratico “Situazioni individuali di rottura e le tipiche crisi della relazione”

In relazione a questo, è necessario determinare che caratteristiche della propria situazione di rottura sono “normali” e succedono in quasi tutte le rotture e quali sono poco frequenti e quindi hanno bisogno di soluzioni speciali che non sono incluse in una strategia universale. Per piacere rifletti su questi elementi.

5. Le cinque tappe della separazione

Esistono differenti linee d'azione in psicologia per le differenti tappe della separazione, anche se alcuni concetti descrivono bene solo 4 fasi, e altri studi si basano su molte più fasi. I miei colleghi esperti dell'equipe di Love-Care e io, condividiamo una rottura costituita delle seguenti 5 tappe:

Questa mela simbolizza una separazione
  • Fase 1: Lo shock
  • Fase 2: La negazione
  • Fase 3a: Lo straripo delle emozioni
  • Fase 3b: La riconquista
  • Fase 4a: La riappacificazione
  • Fase 4b: Lasciare andare
  • Fase 5: Riorientamento

Fase 1: Lo shock

Questa fase di solito dura tra una e dieci ore. Il nostro ex partner ha appena finito di informarci che vuole terminare la nostra relazione e ancora non capiamo bene cosa sta succedendo. Nella nostra mente c'è come uno shock e sorge il caos emotivo e mentale. Poiché questa fase inizia spesso con un messaggio, inizia in molte occasioni senza la presenza del partner (attraverso un messaggio di testo, chat o e-mail) e termina qualche ora dopo, o al massimo, quando ci si sveglia il giorno seguente (se è possibile riuscire a dormire).

Per questa fase della separazione c'è solo un consiglio importante: accettare la decisione dell'ex partner, non discutere ed evita gli errori tipi (vedi il report gratuito “I migliori consigli per riconquistare l'ex”)

Fase 2: La Negazione

Immediatamente dopo lo shock, siete la fase della negazione. Noi in realtà non comprendiamo realmente che ci siamo ritrovati single, neghiamo la rottura e in alcuni casi stiamo in attesa di un segnale dell'ex partner. Pensiamo “La speranza è l'ultima a morire” e aspettiamo fervidamente la chiamata, il messaggio o la mail redentore, nel quale l'ex ci confessa che è ancora innamorato/a di noi.

Questa seconda fase pure dura poche ore, fino a un massimo di un giorno. Alcune persone non passano per questa fase e la saltano.

Così come nella Fase 1, è importante evitare gli errori tipici in questa tappa e concentrarsi nel processare i tuoi sentimenti e le tue emozioni.

Uomo triste nella terza fase della separazione

Fase 3: Lo straripo delle emozioni

Approssimatamene un giorno dopo aver sperimentato le fasi 1 e 2, è quando il nostro mondo si fa a pezzi. Ora siamo coscienti della nostra situazione e vediamo da vicino la realtà: siamo single! Però, per disgrazia, non per la nostra volontà, ma perché il nostro ex partner ha terminato la relazione.

Cominciamo a vivere le conseguenze della rottura: siamo tristi, abbastanza depressi, a pezzi e disperati. Ci sentiamo soli e isolati e ci domandiamo qual è il significato della vita senza il nostro partner.

Però, spesso troviamo rapidamente la soluzione al nostro problema: vogliamo riconquistare il nostro ex con facilità e quindi i seguenti giorni e settimane solo si concentrano in questa nuova missione di vita. Quindi, procediamo con la Fase 4: La Riappacificazione.

Senza dubbio, ci sono alcune persone che realmente accettano la separazione fin dal primo momento e si concentrano in un nuovo inizio senza l'ex partner. Per queste persone, continua a la Fase 4b: Lasciar andare.

Fase 4a: La Riappacificazione

Le Fasi 3 e 4 si sviluppano fino a un certo punto parallelamente. Tutti quelli che credono che la migliore maniera di uscire da questa situazione sia riconquistare l'ex partner, passano a la Fase 4a quasi nello stesso momento della Fase 3b: Lo straripo delle emozioni.

Riconquista - Rosa

A differenza delle persone che decidono, nonostante il loro amore, la tristezza e lo stato emotivo di non ritornare con l'ex, e che quindi non entrano mai nella Fase 4a, le fasi 3 e 4 sono per la maggior parte delle persone una montagna russa di sentimenti. Infatti, mentre quelli che hanno accettato la loro solitudine fin dall'inizio si sentono meglio di settimana in settimana perché l'ex va scomparendo nel dimenticatoio; gli altri continuano a pensare nel modo di come riconquistare il loro ex. Qui cadiamo, come ho già detto molte volte, nel caos emozionale. Un giorno stiamo bene solo perché l'ex ha risposto a uno dei nostri messaggi o chiamate (cosa che interpretiamo subito come un segnale d'interesse) e il giorno seguente il nostro stato d'animo si inabissa nella più profonda sofferenza perché il nostro/a ex non sembra più interessato/a e ha ignorato i nostri ultimi messaggi o perché è stato visto con un'altra donna o uomo, passiamo i giorni e le settimane domandandoci se realmente abbiamo una opportunità di riconquistarlo/a.

E qui sta il problema: abbiamo l'opportunità reale, per esempio di scegliere la strategie e le pratiche corrette di ritornare con l'ex partner e quindi vale la pena di aver passato al fase 3b, anche se ci mette in difficoltà momentaneamente. In questo caso saremo presto felici di nuovo, molto più felici di colui/colei che non vuole nemmeno tentare di recuperare la sua relazione e rivive il passato finché non inizia la sua prossima relazione.

Però cosa succederebbe se tutti i tuoi sforzi fossero vani e se dopo varie settimane o anche mesi, non riesci a riconquistare l'ex partner? Se avessi deciso di non passare per la Fase 3a per riconquistare l'ex, allora avresti avuto un problema molto differente e i sentimenti di angoscia, apatia e depressione sarebbero scomparsi molto tempo prima.

Per questa ragione, rivediamo la prima parte del mio intervento, il primo tema, i consigli e i punti chiavi che ti aiuteranno a determinare se incorrere nella Fase 3 è stata la decisione corretta. Se tentiamo di recuperare l'ex, allora abbiamo anche una buona opportunità di raggiungere il successo. Per questo è essenziale contare su una strategia comprovata che consideri tutti gli aspetti importanti. A questo punto mi piacerebbe che tutti i lettori osservino una volta in più il nostro Triangolo Love-Care che illustra in un modo semplice i vertici che devono essere inclusi in una buona strategia:

Il triangolo Love-Care

La durata della fase 3b varia in funzione della tua situazione e la tua personalità. Può terminare in due modi: o riusciamo a convincere il/la nostro/a ex a ritornare insieme (-> 5b fase), oppure possiamo vedere il fracasso nonostante i nostri sforzi e in alcun momento accettiamo la separazione de entriamo una volta per tutte nella Fase 4b “Lasciar andare”.

Fase 4b: Lasciar andare

Chi nella Fase 3 “Lo straripo delle emozioni” è arrivato alla conclusione che è inutile cercare di recuperare la/il sua/o ex, passerà, presto o tardi nella Fase 4b “Lasciar andare”.

In questa fase, abbiamo accettato finalmente la separazione e alla fine iniziamo a credere in “una vita dopo la rottura”. La premessa de “il tempo curerà tutte le ferite” descrive molto bene questa fase: ogni giorno che passa siamo meno disperati e depressi. Iniziamo poco a poco a ritornare alla vita normale, equilibrata e soddisfacente. Anche se a volte pensiamo all'ex, possiamo sempre allontanare questi ricordi dalla nostra mente. Il dolore che appariva quando pensavamo all'ex scompare poco a poco e cominciamo ad avere una linea più obiettiva e razionale: non eravamo destinati a stare assieme.

Il tempo che tardiamo tra il lasciar andare e la seguente fase 5b “Il Riorientamento” dipende in buona forma della situazione specifica, la durata della relazione e la propria personalità. Mentre alcune persone mostrano una sorprendente quantità di auto-controllo, iniziativa e “energia positiva”; altre tendono ad abbandonarsi al loro dolore e alla loro angoscia fino ad affogare nelle loro pene. Bisogna combattere ugualmente, quindi ti raccomando la lettura della nostra guida “SOS – Consigli di primo soccorso per gli innamorati” che offre consigli validi, così come il nostro manuale pratico “Tipici problemi mentali de emozionali durante la separazione”.

Fase 5a: Il Riorientamento

Una volta che ci saremo separati dai sentimenti nei confronti del nostro ex partner e ci saremo liberati con successo di essi, iniziamo a vivere di nuovo e curare la nostra anima e riuscire a raggiungere un equilibrio emotivo salutare. Ci sentiamo orientati e ci concentriamo di nuovo nel futuro. Quando già non pensiamo all'ex, ritorniamo alle nostre attività quotidiane così come a porre attenzione al mondo: assistiamo al lavoro, alla scuola o all'università, ci riuniamo con gli amici, ci dedichiamo ai nostri passatempi e incluso, siamo disposti a iniziare una relazione con una nuova persona.

Riorientamento – Segni interrogativi

Spesso ci rendiamo conto, al più tardi in questa fase, fino a che punto la nostra vita era incentrata sul/sulla nostro/a ex. Con la rottura ora abbiamo a disposizione improvvisamente molto più tempo libero a nostra disposizione che in precedenza, che può e deve essere utilizzato per noi! Ci sono un sacco di cose divertenti da fare senza un partner! Non dobbiamo negarci questi piccoli piaceri della vita, usiamo attivamente il nostro tempo libero!

Fase 5b: Il ritorno con l'ex/La riappacificazione

Se riesci a convincere il/la tuo/a ex a tornare a te, passi dalla fase 4b alla 5b. Questa fase inizia con sentimenti di felicità e lentamente cominci a provare sentimenti "normali" di felicità che generalmente si presentano in un rapporto.

A seconda della situazione e la personalità di ognuno, la fase di riunificazione è (inizialmente), ma non esclusivamente dominata da sentimenti di felicità. In alcuni casi, possiamo sentire una paura ricorrente per un'altra separazione, ciò che ci affligge regolarmente e passiamo qualche ora difficile, a volte anche giorni. Le nostre paure possono essere fondate o infondate, e possono avere diverse cause. I motivi più tipici per la nostra paura di un'altra separazione sono:

  • La nostra mancanza di autostima e la nostra incertezza
  • Certe azioni e la condotta del nostro partner, quello che ci porta a credere che lui o lei non erano molto sicuri di ritornare con noi
  • Una combinazione di entrambi

Nella maggior parte dei casi, la propria paura di una separazione è dovuta ad una combinazione di mancanza di autostima, l'incertezza, e alcuni dei comportamenti del tuo partner. Tutto questo porta ad un circolo vizioso:

Riunificazione - Coppia
  1. La condotta e le azioni del partner portano all'incertezza e diminuiscono l'autostima.
  2. Le persone insicure e con una bassa autostima sono meno attraenti.
  3. Quanto meno si è attrattivi, più è probabile che l'amore del partner sparisca (di nuovo) e consideri una nuova separazione. Questo si riflette, sicuramente, nel suo comportamento.

È per questo che non dobbiamo perdere di vista il mantenimento della nostra attrattività e continuare a lavorare sul rapporto dopo una conquista di successo. Se ti trovi in questa situazione, ti consiglio due guide molto utili del nostro Istituto Love-Care:

  1. La guida “Essere attraente e avere stima di se stessi!” contiene vari consigli e strategie per aumentare con efficacia i 7 blocchi della propria attrattività. “Essere attraente e avere stima di se stessi!” può essere acquistato solo o come parte del prezzo del pacchetto “Sistema Love-Care”:
    » Per più informazioni sulla guida “Attrattività e sicurezza di te stesso/a!”
  2. Il nostro best-seller “Divorzio? No, grazie!” rivolto a tutti quelli che riescono a recuperare l'ex e che ora vogliono che la relazione funzioni a lungo termine. Colui/colei che amministra le “vitamine” al suo matrimonio, non deve temere una nuova separazione

La fase 4a "La Riappacificazione" in generale termina furtivamente: o settimana per settimana risulta in una relazione felice senza preoccupazioni o termina in una nuova rottura, ovvero devi ritornare alla Fase 1 “Lo shock di nuovo”. Auguro a tutti che riescano ad ottenere una relazione lunga, piena di felicità e soddisfazione grazie alla pazienza e allo forzo.

Che fase della separazione sta vivendo l'ex partner?

Questa domanda ha molte risposte, in quanto dipende dai sentimenti dell'ex verso di noi e la loro percezione del rapporto.

Coppia felice

Se l'ex è molto innamorato di noi o sente comunque forti sentimenti di amicizia, la separazione sarà difficile anche per lei/lui, e quindi dopo la rottura entrerà nella fase 3: "Lo straripo di emozioni" o fase 4b: "Lasciar andare". Se i suoi sentimenti verso di noi sono scomparsi quasi del tutto, sarà fin dall'inizio nella fase 5a: "Il Riorientamento".

Chiaramente, il nostro ex partner può reagire in funzione delle fasi di separazione in modo diverso, il suo comportamento e le azioni dipendono da quello che lui o lei sta vivendo. Naturalmente, è generalmente più facile recuperare il rapporto se lui o lei è ancora nella fase 3 o 4b. Qui spesso possiamo convincere i nostri ex partner con relativamente piccoli e semplici cambiamenti che siamo la persona giusta, e che la sua decisione, in molti casi non è conclusiva. Se il nostro ex partner è in Fase 5a: Il Riorientamento, ciò che è più necessario è la pazienza. La riconquista richiede tempo e sono diverse le misure che dobbiamo effettuare ogni giorno come parte di una sofisticata strategia multidisciplinare (vedi Triangolo Love-Care).

Pertanto, dobbiamo cercare di estimare il più accuratamente possibile, in che fase della separazione si trova il nostro ex partner. Poiché la tua percezione è spesso oscurata dalle emozioni, ha senso prendere in considerazione la possibilità di cercare aiuto e di chiedere il parere di un buon amico o un familiare. Così sarà possibile, nella maggior parte dei casi, valutare accuratamente la situazione, i sentimenti e la separazione di fase del nostro ex partner.

Sulla base di questa valutazione, dobbiamo scegliere la nostra strategia e adattarla alla situazione. Perché, come descritto più volte l'articolo, situazioni diverse richiedono diverse misure, soprattutto se si vuole avere una realistica e massimizzare la possibilità di avere un futuro insieme.

Il sistema Love-Care

Sono contento che ti sei preso/a il tempo di leggere il mio articolo e spero che i miei consigli e spiegazioni faciliteranno la tua vita quotidiana e ti aiutino durante il processo di separazione.

Naturalmente, il contributo di oggi è stata solo una breve introduzione alle complesse questioni su come "riconquistare l'ex". Ma ora che hai letto il nostro report gratuito "I migliori consigli per riconquistare l'ex" e anche i cinque punti chiave di questo articolo, già hai fatto due grandi passi avanti nella giusta direzione, e ti trovi in una posizione migliore per riconquistare l'ex partner.

Coppia felice dopo una separazione

Tutte le cose buone vengono di tre in tre, così dice il proverbio. Mi farebbe piacere se eseguissi anche il terzo passo importante verso un nuovo rapporto con l'ex-partner, al fine di iniziare oggi a lavorare attivamente nella riconquista e in un futuro con lui o lei. I fattori da prendere in considerazione come esempi nel modo di comportarsi in quali situazioni e quali passi devi prendere in quale momento, sono spiegati nel dettaglio nel nostro Sistema Love-Care. Preferibilmente informati qui circa altri dettagli.

» Leggi di più: Come posso riconquistare l'ex con il Sistema Love-Care?

Auguro a tutti una settimana di successo,

Dott. Roberto Va Calvo
Equipe di specialisti Love-Care

Articolo gratuito:"I migliori consigli per riconquistare il tuo/tua ex"

Articolo gratuito

La consulenza gratuita per riconquistare il tuo/la tua ex è un servizio gratuito al 100% che offre a tutti strategie e suggerimenti interessanti per riconquistare il proprio/la propria ex. Il team di esperti Love-Care, tra molti, affronta i seguenti argomenti:

  • Le tue possibilità di successo
  • Il modo di pensare maschile e femminile.
  • I 10 errori da evitare - quello che non si dovrebbe mai fare
  • Su quali fattori si dovrebbe lavorare a partire da oggi per riconquistare il tuo/la tua ex.. (Il triangolo Love- Care)